intervista

Aspettando DopoGP. Danilo Petrucci "Le MotoGP vanno guidate come dicono loro"

- Il neo acquisto del team Ducati Pramac risponde alle domande dei lettori di Moto.it, spiegando come è cresciuta Ducati negli ultimi anni

 

Scarica l'audio della puntata

 

L'ospite della seconda puntata di Aspettando DopoGP è Danilo Petrucci, pilota del team Pramac Ducati. E' nato a Terni il 24 ottobre del 1990 e ha debuttato in MotoGP nel 2012. Da allora ha disputato 50 Gran Premi, 8° posto il suo miglior risultato. Arrivato al Motomondiale dalla Super Stock, e si è fatto conoscere come collaudatore Ducati. Da allora tre stagioni difficili con moto che non gli hanno permesso di esprimersi e lo hanno costretto a sacrifici e delusioni.

Ora con il Team Pramac ha provato a Valencia la Ducati GP14. «C'è ancora tanto lavoro da fare, la moto è docile nell'erogazione e ti permette di avere velocità anche a centro curva. E' molto più gestibile della GP12 che avevo provato. E' una moto che fin da subito mi ha dato confidenza».
«Io sul podio? Mi piacerebbe fare come Iannone qualche buona gara e bene in qualifica. Obiettivi non me ne pongo, se no poi ci rimango male se non li raggiungo».

ASPETTANDO DOPO GP _ petrucci
  • Mick loves Italy, Ginosa (TA)

    Coraggio !

    Eh..nooo,caro Petrucci.....devi avere un obiettivo e devi persegurlo ferocemente...altrimenti arriverai sempre ottavo o decimo...anche se la Ducati dovesse andr forte come sembra dai primi test...dai petrucci....punta almeno a superare Iannone.
  • Desmomiky96, Sesto al Reghena (PN)

    Grazie!

    Grazie a voi di moto.it che ci avete dato l'opportunità di fare domande e grazie a Danilo per le risposte!
    Interessante quello che ha detto riguardo all' evoluzione Ducati. Sembra che stia diventando una moto sfruttabile più o meno da tutti i piloti. Il fatto che gli abbia dato subito feeling è importante, vuol dire che a Borgo Panigale stanno lavorando nella giusta direzione.
    Grazie ancora! Lamps
Inserisci il tuo commento