MotoGP

Il CEO di WithU’, Matteo Ballerin: con Andrea Dovizioso il podio è possibile

- Il manager della società di comunicazioni italiana non ha dubbi sulla bontà del matrimonio con il Team malese RNF di Razlan Razali, “anche se il budget è ridotto”, e sulle capacità di Andrea Dovizioso
Il CEO di WithU’, Matteo Ballerin: con Andrea Dovizioso il podio è possibile

WithU’, la società italiana che dal prossimo anno sarà main sponsor dell’ormai ex Team Petronas (oggi RNF) è pronta a buttarsi nella mischia da protagonista. Lo ha dichiarato il CEO Matteo Ballerin in una intervista a Speedweek in cui ha raccontato dell’accordo stretto con Razlan Razali e della scelta di puntare con piena convinzione sull’esperienza di Andrea Dovizioso.

“Ho fatto subito presente che la nostra forza non avrebbe potuto essere la stessa di Petronas – ha spiegato Ballerin - Ho detto a Razlan Razali il mio budget, che è inferiore ai cinque milioni di Euro di cui si è parlato, e ho chiesto se avrebbero fatto di WITHU il main sponsor del team MotoGP per questa cifra. È così che è iniziata questa storia per l'anno successivo. Abbiamo trovato un accordo in due giorni. Il mio rapporto con Razali è molto, molto buono". Poche parole, quindi, e subito una stretta di mano, con l’uscita di scena di Petronas che, però, segna anche un piccolo rammarico: “Eravamo interessati anche ai team di Moto2 e Moto3, la squadra si sarebbe chiamata WITHU Petronas Team, ma quando Petronas ha annunciato il ritiro abbiamo cambiato i programmi”.

Quanto ai piloti, invece, la scelta è stata ancora più veloce e non ci sono stati dubbi sin da subito, almeno su un nome: Andrea Dovizioso. “Ci credo molto – ha concluso il CEO di WithU’ - Penso che possiamo ottenere qualche podio con Dovi. Lui è praticamente un ingegnere e continuerà ad aumentare le sue prestazioni e quelle della moto passo dopo passo. Nelle qualifiche di Valencia è arrivato tredicesimo, nelle ultime quattro gare ha sempre fatto punti, niente male. Tra l’altro Franco Morbidelli ci ha detto che la differenza tra la moto attuale di Dovizioso e l'ultima Yamaha ufficiale è molto grande. Questo mi rende davvero felice perché questo fa capire che la moto di Dovi non era molto competitiva.  Nel 2022 avrà una ufficiale e la differenza sarà quindi per lui notevole. Questo ci apre grandi opportunità".

  • Marsi24, Lodi (LO)

    certo che se le aspettative sono " il podio è possibile" non mi sembra che coincidessero con le aspettative di Dovizioso che a suo dire puntava al mondiale...., evidentemente non ci crede nessuno
Inserisci il tuo commento