GP di Teruel

MotoGP 2020. Franco Morbidelli vince il GP di Teruel

- Spettacolare trionfo di Franco Morbidelli, davanti a Alex Rins e Joan Mir, che allunga in campionato. Ottavo Fabio Quartararo, 13esimo Andrea Dovizioso, a terra alla terza curva il favorito Takaaki Nakagami
MotoGP 2020. Franco Morbidelli vince il GP di Teruel

Nakagami parte benissimo allo spegnersi del semaforo, mantiene comodamente alla testa, ma alla curva tre è completamente fuori traiettoria: la caduta è inevitabile. Pochi metri e il GP perde il suo grande favorito, quello che sembrava anche potere andare via. Lo fa invece Franco Morbidelli, che dopo un contatto al via, riesce comunque a stare nelle prime posizioni e a portarsi subito al comando. La gara è chiara: Morbido davanti a fare il ritmo, dietro Alex Rins prova a contenerlo. Due moto differenti, due scelte di gomme opposte: media/media per Franco, soffice/soffice per Rins. Alex, evidentemente, pensava di andare davanti e imporre lui il ritmo, ma Franco non gli lascia spazio: lo tiene a 0”2, poi a 0”5, poi nel finale allunga definitivamente, per un trionfo da applausi: seconda vittoria, con una moto che con gli altri piloti invece fatica parecchio: Vinales è settimo, Quartararo ottavo. “Devo fare come a Misano!” Aveva detto ieri il Morbido, ed è stato di parola, con una M1, è bene ricordarlo, inferiore alle altre, la M1 meno competitiva in pista. Grande Franco, grandissimo.

Altra doppietta Suzuki

Come settimana scorsa, ancora due Suzuki sul podio, ma questa volta Rins è secondo e Mir terzo. A differenza di settimana scorsa, nel finale non sono riusciti a fare la differenza, perché il ritmo davanti imposto da Morbidelli era molto alto. Alex ha capito di non poter fare niente, così come Joan che ha mostrato grande maturità: non ha esagerato, non si è fatto prendere dalla foga, si è accontentato, tra virgolette, naturalmente, di un terzo posto che gli permette di allungare in campionato sul secondo in classifica. Ma attenzione, perché se probabilmente è uscito dai giochi Dovizioso, rientrano Rins e Morbidelli. Quartararo su questa pista ha faticato tanto, troppo, specie considerando quello che ha fatto il compagno di squadra: stavolta non si può dare colpa alla gomma, è stata solo un’altra brutta gara di Fabio. Così come quella di Maverick.

Grande Zarco, Ducati fuori dai giochi

L’eroe della giornata, dopo Morbidelli naturalmente, è Johann Zarco, che ha tenuto botta fino alla fine, nonostante una Ducati in evidente affanno con gli altri piloti. Zarco è stato a lungo terzo, poi è stato passato da Pol Espargaro (gara in progressione per lui), ma ha resistito benissimo a Miguel Oliveira, decisamente più veloce di lui. Un risultato che avrebbe dovuto fare Andrea Dovizioso: fino al 16esimo giro, Andrea è stato tosto, ha recuperato posizioni, poteva arrivare attorno alla settima posizione, ma una sportellata di Aleix Espargaro alla prima curva del 16esimo giro, lo ha mandato per campi. E’ tornato in pista, ma non aveva più il ritmo e ha chiuso tristemente 13eismo: matematicamente è ancora in lotta, realisticamente no. Fuori Miller alla prima curva, centrato in maniera incredibile da Binder, ritirato per problemi tecnici Bagnaia “il motore non andava” dicono dai box. Un disastro Ducati che merita un approfondimento. Aleix Espargaro stava portando l’Aprilia al settimo posto, ma si è dovuto ritirare probabilmente per problemi tecnici.

Classifica

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 167.6 41'47.652
2 20 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.4 +2.205
3 16 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.2 +5.376
4 13 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 166.9 +10.299
5 11 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 166.7 +12.915
6 10 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 166.7 +12.953
7 9 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.6 +14.262
8 8 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 166.6 +14.720
9 7 27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 166.4 +17.177
10 6 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 166.3 +19.519
11 5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 166.3 +19.708
12 4 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 166.2 +20.591
13 3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 166.1 +22.222
14 2 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 165.8 +26.496
15 1 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 165.5 +31.816
Non classificato
    41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 166.6 3 Giri
    73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 167.3 10 Giri
    63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 152.9 18 Giri
Primo giro non terminato
    30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda   0 Giro
    43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati   0 Giro
    33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM   0 Giro
Leggi tutti i commenti 180

Commenti

  • mael56, Baiso (RE)

    contentissimo per Morbidelli, meno per me perchè non riesco a fare un commento che abbia un minimo di senso su quello che sta accadendo, praticamente non ci sto capendo un caxxo ......
  • Strijbos, Alessandria (AL)

    A me sto campionato piace un, casino!
    Sapete perché?
    Perche con la sua imprevedibilità, mette in risalto la "sapienza motociclistica" dei molti espertoni del forum.
    Ci avete fatto caso?
    Una gara uno è un dio, merita una moto ufficiale, lui si che ha il talento, questo è l'anti Marquez, ecc..
    Salvo poi, dopo una gara o due nessuno se lo caga più.
    Sta succedendo regolarmente a Vinales, Fabio, Morbido, Bagnaia, Zarco, ecc..
    C'è da morir dal, ridere a leggere quanto sono ondivaghi i commenti!
    Questo campionato apre gli orizzonti mentali a parecchia gente che non ha ancora capito che il pilota conta (forse) il 50-60% della prestazione.
    E fanno regolarmente proclami sulla bravura di un pilota, salvo farlo ad un altro che vince la. Domenica dopo.
    Ahahaha, che espertoni!
    (e che figure di palta)
Leggi tutti i commenti 180

Commenti

Inserisci il tuo commento