GP d'Europa

MotoGP 2020. Joan Mir vince il GP d'Europa a Valencia

- Strepitosa vittoria di Joan Mir, davanti ad Alex Rins e Pol Espargaro. Ottavo Andrea Dovizioso, decimo Danilo Petrucci, 11esimo Franco Morbidelli, caduto Pecco Bagnaia, fuori per problemi tecnici Valentino Rossi. Il trionfo della Suzuki corrisponde con il disastro di Yamaha e Ducati. Gara intensa, ma noiosa. Voto 6
MotoGP 2020. Joan Mir vince il GP d'Europa a Valencia

Alex Rins davanti, Joan Mir dietro, poco più staccato Pol Espargaro: dal quarto giro in poi si va avanti così. Rins fa il ritmo, Mir sembra tenere bene, Espargaro rimane attaccato con le unghie: questa è la sensazione. Poi al 17esimo giro la classifica cambia: Rins, apparentemente, fa passare Mir, ma non per gioco di squadra, ma per studiare l’avversario, perlomeno questa è la sensazione. Poi, però, appena tagliato il traguardo Rins dice che non gli è entrata la marcia, e per questo è andato largo. In ogni caso, appena davanti, Mir comincia a forzare, giro veloce dopo giro veloce: Rins in qualche modo tiene botta, poi deve alzare bandiera bianca. Joan scappa, mentre lui deve soprattuto pensare a difendere il secondo posto da Pol: le posizioni non cambiano fino al traguardo. Ed ecco, quindi, il primo, strameritato successo di Mir, che allunga in classifica a +37 su Quartararo e sul compagno di squadra. La doppietta Suzuki è da libro dei primati: non accadeva dal 1982. Importante anche il podio di Espargaro, partito come altri con la dura anteriore, invece della media scelta dalle due Suzuki.

 

Fine dei sogni per Yamaha e Ducati

La classifica lascia ancora in gioco tutti gli altri piloti, ma Valencia1 ha di fatto sancito la fine dei sogni per i piloti Yamaha e Ducati. Il miglior pilota al traguardo con la M1 è Franco Morbidelli, addirittura 11esimo, forse anche per aver azzardato la scelta della doppia dura; Vinales è arrivato 13esimo (partiva dalla Pit lane per aver punzonato il sesto motore), Quartararo 14esimo, Rossi ha rotto un altro motore. La Yamaha ha vinto sei gare, ma la sua stagione non può essere considerata positiva. Così come non lo è quella della Ducati, con Miller, sesto, miglior ducatista al traguardo, con Dovizioso ottavo, Zarco nono, Petrucci decimo e Bagnaia caduto, mentre era indietro. Tanti gli sbagli per Yamaha e Ducati, compreso, forse, quella della scelta delle squadre per la prossima stagione.

 

Ktm, seconda forza

Oggi, la seconda forza in campo è la Ktm con Espargaro terzo, Oliveira quinto, Binder settimo: un ottimo risultato di squadra. La Honda è quarta con Nakagami, che si conferma costante (caduta di Aragon a parte), mentre Alex Marquez è caduto un secondo dopo, alla curva 1, essere stato superato da Dovizioso. Anche per lui, il momento magico si sta un po’ appannando.

Classifica

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 155.8 41'37.297
2 20 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 155.8 +0.651
3 16 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 155.8 +1.203
4 13 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 155.7 +2.194
5 11 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 155.3 +8.046
6 10 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 155.3 +8.755
7 9 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 155.2 +10.137
8 8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 155.2 +10.801
9 7 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 155.1 +11.550
10 6 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 154.8 +16.803
11 5 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 154.7 +17.617
12 4 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 154.3 +24.350
13 3 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 154.3 +25.403
14 2 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 153.4 +39.639
Non classificato
    32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 145.6 2 Giri
    73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 155.1 4 Giri
    53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 151.0 14 Giri
    63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 152.6 22 Giri
    35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 151.9 22 Giri
    46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 151.3 23 Giri
Primo giro non terminato
    41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia   0 Giro
Leggi tutti i commenti 140

Commenti

  • Angelo142, Verdello (BG)

    Diavolo cane...
    Yamaha moto peggiore.
    Michelin ha rovinato il campionato.
    Non serve essere Freud per capire da che popolo arrivino queste lagne.
    Erano così belle quelle gare con la honda di burgess...
  • Mezzo litro, Bologna (BO)

    Certa gente dovrebbe commentare nei siti di uncinetto, o di taglio e cucito.

    Non capire che quest'anno le gomme hanno sfavorito più i V4 dei 4 in linea, è veramente inaudito.

    Quando poi la cosa si sapeva già dai test invernali.

    O è memoria corta, o è insufficienza di materiale neuronico, o è malafede da tifo contro.

    Ducati rispetto allo scorso anno è letteralmente sparita, a causa delle gomme, che, oltre a dare un vantaggio ai 4 in linea, fanno schifo sia come rendimento che come fornitura, mai omogenea.

    Ecco spiegato il grande incerto spettacolo.

    Datevi al ricamo, che è meglio.
Leggi tutti i commenti 140

Commenti

Inserisci il tuo commento