GP di Catalunya

MotoGP 2021. GP di Catalunya a Barcellona: successo di Miguel Oliveira

- Incredibile vittoria del portoghese della Ktm, davanti a Johann Zarco e Fabio Quartararo, poi retrocesso in quarta posizione per una penalizzazione (giusta) di tre secondi per aver tagliato curva 1. Disastro italiano: settimo Pecco Bagnaia, nono Franco Morbidelli, decimo Enea Bastianini, 12esimo Luca Marini, 15esimo Lorenzo Savadori. A terra sia Marc Marquez sia Valentino Rossi. Gara intensa: voto 8
MotoGP 2021. GP di Catalunya a Barcellona: successo di Miguel Oliveira

MONTMELÒ - Sembrava che Fabio Quartararo potesse dominare, ma così non è stato.

Come previsto, Quartararo ha perso posizioni in partenza, poi un errore lo ha retrocesso fino alla quinta posizione. Con calma e velocità, Fabio ha recuperato e quando al 12esimo giro è andato al comando, si pensava potesse allungare facilmente.

Così non è stato, perché Miguel Oliveira, unico con la dura anteriore, gli è rimasto attaccato e all’inizio del 14esimo giro ha sfruttato alla grande il motore della Ktm, riportandosi al comando.

Quartararo è rimasto lì, il distacco oscillava tra 0”2-0”4, con l’uno che replicava ai tempi dell’altro. A tre giri dalla fine, Fabio ha forzato, ma, incredibilmente, si è aperta la tua: è volato via il para petto, la cerniera completamente aperta.

Fabio ha sbagliato alla prima curva, è finito lungo, per rientrare in pista ha tagliato la curva e per questo, a fine gara, è stato giustamente penalizzato con 3 secondi, retrocedendo quindi da terzo a quarto. Ma che pericolo quei due giri finali con la tuta completamente aperta: è consentito dal regolamento? E’ stato un rischio pazzesco.

GP di Catalunya. Quartararo con la tuta aperta
GP di Catalunya. Quartararo con la tuta aperta

Bravo Oliveira, bravo Zarco

Senza più Quartararo a dargli fastidio, Oliveira sembrava avesse vita facile, ma Johann Zarco gli si è avvicinato fino ad arrivargli in scia nell’ultimo giro: un passaggio in più e avrebbe vinto il francese, che si conferma molto solido e costante: adesso è a 17 punti da Quartararo.

Per Oliveira e la Ktm una grandissima vittoria, molto importante e significativa. Ma che bello vedere comunque due Ducati sul podio, anche se Jack Miller ha potuto sfruttare la penalizzazione di Quartararo.

Marquez e Rossi a terra

Quinto posto, deludente, per Joan Mir: il campione del modo ha ragione, la Suzuki deve lavorare per tenere testa a Ktm, Ducati e Yamaha.

Altra caduta per Marc Marquez, questa volta all’ottavo giro alla curva 10: stava andando forte, era sesto, in progressione. A terra anche Valentino Rossi, sempre alla 10, al 16esimo giro: dopo una brutta partenza, Valentino era 11esimo.

Caduta anche per Danilo Petrucci, che GP dopo GP vede allontanarsi inesorabilmente la riconferma. Che peccato.

Sotto tono tutti gli italiani, con Francesco Bagnaia settimo dopo una lunga sfida con Binder, Franco Morbidelli solo nono dopo essere stato grandissimo protagonista in prova. E’ un momento difficile.

 

Segui il commento delle gare di Barcellona con Zam e Loris Reggiani IN DIRETTA OGGI ALLE 20:45

Rivivi il GP di Catalunya 2021 sul nostro LIVE

Rivedi il commento delle qualifiche di Barcellona con Zam e Lucio Cecchinello

Rivedi il commento delle prove libere di Barcellona con Zam e Davide Tardozzi

"Gli eroi non sono più giovani e belli", la riflessione di Giovanni Zamagni

"C’è tanto da fare per la sicurezza", l'editoriale di Nico Cereghini

GP di Catalunya 2021 - La classifica della MotoGP

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 166.1 40'21.749
2 20 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 166.1 +0.175
3 16 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 166.0 +1.990
4 13 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.0 +4.815
5 11 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 165.7 +5.325
6 10 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 165.7 +6.281
7 9 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 165.5 +8.175
8 8 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 165.5 +8.378
9 7 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 165.0 +15.652
10 6 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 164.8 +19.297
11 5 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 164.6 +21.650
12 4 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 164.6 +22.533
13 3 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 164.2 +27.833
14 2 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 164.1 +29.075
15 1 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 163.4 +40.291
Not Classified
    27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 165.3 8 Laps
    46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 164.9 9 Laps
    41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 165.5 14 Laps
    93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 165.0 17 Laps
    9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 163.2 19 Laps
    44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 163.5 20 Laps
Leggi tutti i commenti 147

Commenti

  • DrManetta, Cecina (LI)

    Bravo Oliveira! Ma che noia di gp.
    Il 90% dei commenti riguarda il perculeggiamento a Rossi o la critica alla direzione gara per la disavventura di Quartararo.
    Grazie Michelin.
  • Stiducatti, Corsico (MI)

    Io resto sempre più perplesso dal fatto che ormai ci siano situazioni tecnologiche talmente assurde e inconciliabili, che anche esultare, fare complimenti, persino godere del successo della parte per cui si tifa, diventa difficile.

    Sinceramente sono convinto che il recupero di Ducati rispetto all'anno scorso sia dovuto all'anteriore Michelin, che però è stata fatta più per aiutare Honda.
    L'effetto collaterale sono stati i due passi indietro di KTM, che però è tornata a martellare come per... magia.

    Una modifica al telaio dicono... ma stiamo scherzando?
    Ci sono squadroni di centinaia di ingegneri nipponici a quotidiano rischio harakiri, che nei laboratori Honda stanno impazzendo da anni per far stare in piedi la RC213V e mo' ci vogliono far credere che in Austria in 10 giorni, con due saldature e un calcio ben assestato al traliccio , annullano un gap di 15 secondi?

    Dai, ma basta!
Leggi tutti i commenti 147

Commenti

Inserisci il tuo commento