gp di valencia

Stoner conquista la pole a Valencia

- Dodicesima pole stagionale per Casey Stoner, che rifila 1”014 a Dani Pedrosa e 1”196 a un ritrovato Ben Spies. In seconda fila due Ducati: Randy De Puniet è quarto, Valentino Rossi sesto | G. Zamagni, Valencia
Stoner conquista la pole a Valencia

VALENCIA – Dodicesima pole stagionale per Casey Stoner, che rifila 1”014 a Dani Pedrosa e 1”196 a un ritrovato Ben Spies. In seconda fila due Ducati: Randy De Puniet è quarto, Valentino Rossi quinto. Male Andrea Dovizioso, solo ottavo.

 

STONER IMBATTIBILE


Dopo una mattinata con il sole, le qualifiche si sono svolte sotto un cielo minaccioso, con qualche goccia di pioggia che, di tanto in tanto, è caduta sui cupolini, senza però bagnare mai l’asfalto. Si è quindi girato con le gomme slick, con le quali Stoner ha ribadito la sua forza, impressionando, come al solito, per controllo e determinazione. Il distacco rifilato a Pedrosa e agli altri è perfino imbarazzante e con la dodicesima pole Casey eguaglia un primato del connazionale Mick Doohan. La prestazione di Stoner è ancora più rilevante se si pensa che, storicamente, quella di Valencia è una delle piste dove Pedrosa va più forte: rifilare un secondo allo spagnolo è davvero qualcosa di speciale. Da parte sua Dani ha ottenuto comunque una prima fila fondamentale, specie considerando l’ottavo posto di Dovizioso: i due sono separati in classifica generale da solo quattro punti (a favore dell’italiano) e Pedrosa ha quindi la possibilità di annullare lo svantaggio.
Per quanto riguarda Andrea, non è riuscito a trovare velocità per tutto il turno e nel giro conclusivo è anche caduto, rotolando più volte nella sabbia: decisamente una giornata negativa.


BENE LA DUCATI

E’ stata invece una qualifica sicuramente positiva – o comunque nettamente migliore del solito – per la Ducati: Randy De Puniet è stato anche secondo e costantemente davanti, prima di essere superato nel finale, mentre Valentino Rossi ha ottenuto un incoraggiante sesto posto, anche se il distacco (1”617) è piuttosto pesante. Rispetto ad altre qualifiche, però, Valentino è riuscito a girare con maggiore costanza e per la gara potrebbe essere competitivo, anche per un risultato importante. Immediatamente alle sue spalle Nicky Hayden, di un decimo più lento del compagno di squadra, mentre Loris Capirossi, che corre l’ultimo GP della sua carriera con il 58 sulla carenatura, è 12esimo.


SUZUKI ANCHE NEL 2012

Alvaro Bautista ha portato la Suzuki al quinto posto, a 1”582 dalla pole. Una buona prestazione, che lo spagnolo potrà ripetere nella prossima stagione: anche se non è ancora stato comunicato ufficialmente, sembra certo che la Suzuki continuerà anche nel 2012, quando schiererà per cinque/sei gare anche John Hopkins. Una decisione importante che incide anche sul futuro del team Gresini e di quello di Lucio Cecchinello, che probabilmente tornerà a far correre sulla sua Honda De Puniet. Per quanto riguarda Fausto, è ancora presto per decidere, ma i nomi in ballo sembrano rimasti solo due: Stefan Bradl e Andrea Iannone.


BRADL CAMPIONE DEL MONDO

Per quanto riguarda Bradl, è ufficialmente il nuovo campione del mondo della Moto2, ancora prima di scendere in pista: Marc Marquez ha definitivamente rinunciato al GP e quindi Bradl è il successore di Toni Elias nell’albo d’oro della categoria. Era dal 1993, quando Dirk Raudies si affermò in 125, che un tedesco non conquistava un iride.


I PRIMI COMMENTI

Stoner: “Siamo alla fine della stagione, ma anche se ho già conquistato il titolo, io voglio fare sempre il massimo in ogni gara. Ieri con la pioggia ero un po’ in difficoltà, oggi è andata meglio, nonostante qualche goccia di acqua cadesse continuamente”.
Pedrosa: “La prima fila è molto importante per la gara, ma bisognerà vedere domani le condizioni meteo: purtroppo è prevista pioggia. Spero di finire al meglio la stagione”.
Spies: “E’ stato indubbiamente il mese più brutto della mia vita, tanto difficile che avevo quasi pensato di prendermi una pausa. Non sono al 100%, ci sono tanti problemi con le gomme su questo asfalto, ma sono riuscito a ottenere una importante prima fila per la Yamaha”.


Classifica

1 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 309,9 1'31.861
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 309,4 1'32.875 1.014 / 1.014
3 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 303,0 1'33.057 1.196 / 0.182
4 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 305,1 1'33.118 1.257 / 0.061
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 305,6 1'33.443 1.582 / 0.325
6 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 303,7 1'33.478 1.617 / 0.035
7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 304,2 1'33.656 1.795 / 0.178
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 306,8 1'33.824 1.963 / 0.168
9 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP Ducati 307,8 1'34.186 2.325 / 0.362
10 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 306,6 1'34.265 2.404 / 0.079
11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 303,1 1'34.329 2.468 / 0.064
12 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team Ducati 303,3 1'34.671 2.810 / 0.342
13 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 313,2 1'34.680 2.819 / 0.009
14 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 305,7 1'34.838 2.977 / 0.158
15 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing Yamaha 299,9 1'35.999 4.138 / 1.161
16 41 Josh HAYES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 296,1 1'36.042 4.181 / 0.043

  • kreps, Viterbo (VT)

    STONEEEERRRRRRRRRRRRR

    Spaventoso come derapa nelle curve veloci...un controllo e una guida pazzeschi...acrobata nato!
  • fabiofirestorm, Pineto (TE)

    Da Paura!

    Vedere oggi la pole di Stoner ci fa capire che se gli dura questo stato di forma....non c'è per nessuno! L'unico modo per batterlo è avere un mezzo nettamente superiore!
    Credo che sia arrivato a questo livello guidando la Ducati...moto che va dominata e quando si ritrova in mano un Honda (ma sono convinto anche con Yamaha..) riesce anche ad umiliare i compagni di squadra...
    La cosa che mi rammarica è che forse il Sic con una mille grazie alla sua fisicità, forse, avrebbe detto la sua....
    Domani alle tredici mega sgasata!
Inserisci il tuo commento