MotoGP

Valentino Rossi: “Non sono i risultati che desideravo. Voglio di più”

- “Il livello in MotoGP è ormai molto alto e i piloti sono tutti vicini – ha detto il nove volte campione del mondo – ma dalla seconda parte della stagione mi aspetto di più e farò di tutto per ottenerlo”

La decisione sul suo futuro non sarà comunicata prima di un altro paio di settimane, ma ormai sono in molti a dirsi pronti a scommettere che smetterà, anche se l’ipotesi di un ulteriore anni da pilota, in sella alla Ducati del suo team e con il fratello Luca Marini come compagno di squadra, non è del tutto tramontata. Ma ad interessare Valentino Rossi, adesso, è il presente e, in particolare, i due gran premi che si svolgeranno al RedBull Ring alla ripresa del motomondiale.

“Non mi aspettavo questi risultati – ha detto in un video diffuso dal canale ufficiale di Petronas – L’inizio della stagione per me non è stato fantastico. Mi aspetto di più e voglio di più, anche se sono consapevole che sarà molto difficile e che dovremo lottare duramente, perché il livello della MotoGP adesso è molto alto sia per quanto riguarda le moto che i piloti. Per la seconda parte di stagione cercheremo di lavorare sodo e di ottenere risultati migliori”.

Per riuscirci, Valentino Rossi e gli altri dell'Academy, dopo la giornata al Galliano Park e gli allenamenti al Ranch, ha scelto nuovamente di salire su una MiniGP per un allenamento specifico sulla pista in cui sono cresciuti tanti piloti romagnoli e marchigiani, a Cattolica, ed alcune foto della pistata sotto il sole cocente di questi giorni sono state pubblicate sui social proprio in queste ore

  • fabio2101, Pordenone (PN)

    Il fatto che stia ancora prendendo tempo potrebbe essere indice di pressione esterna a continuare ancora un anno (vedi Aramco). Se la quota di sponsorizzazione dipende dalla sua presenza l'anno prossimo allora credo che VR46 perderà la finestra per uscire ed andare in pensione.Non pensavo di vedere queste situazioni anche nel motociclismo.
  • Alberto.Ferrari, Bologna (BO)

    Se continui, ti ci dovrai abituare...
Inserisci il tuo commento