enduro

L'Italia pronta a ospitare la 95a ISDE

- Il palcoscenico è pronto per la novantacinquesima edizione della FIM International Six Days of Enduro (ISDE). L'evento si svolgerà da lunedì 30 agosto a sabato 4 settembre, quando si concluderà con la tradizionale giornata conclusiva delle gare di motocross
L'Italia pronta a ospitare la 95a ISDE

Riporta la manifestazione in Italia per la prima volta dal 2013, quando si svolse in Sardegna: per il 2021 la gara motociclistica più longeva della FIM accoglierà a Rivanazzano Terme oltre seicentocinquanta concorrenti provenienti da trenta nazioni.
Rinviata nel 2020 a causa della pandemia globale di COVID, quest'anno la FIM ISDE ha attirato piloti da tutto il mondo, sia concorrenti di livello mondiale che dilettanti entusiasti, tutti desiderosi di godersi l'evento più prestigioso del calendario enduro.

Enduro all'italiana
Garantendo uno scenario davvero pittoresco alla novantacinquesima edizione della FIM ISDE, i sentieri di montagna della regione Lombardo-Piemontese offriranno numerose sfide. Con la corsa che porterà i corridori nel cuore della bellissima campagna italiana, il "cuore" dell'evento sarà all'aeroporto di Rivanazzo Terme, dove il paddock diventerà la casa temporanea per tutti i concorrenti e i loro equipaggi di servizio.

Nei giorni uno, due e tre i corridori gareggeranno su un giro di centonovantacinque chilometri, per sette ore e mezza al giorno e completando lungo il percorso numerose prove speciali di cross ed enduro. I giorni quattro e cinque saranno caratterizzati da un percorso diverso da quello utilizzato durante la prima metà dell'evento, sempre caratterizzato da un mix di prove speciali cross ed enduro e per un totale di centonovantotto chilometri. La sesta e ultima giornata vedrà le ultime gare di motocross, sul circuito della Valle Scrivia a Cassano Spinola.

 

USA vs Italia per il World Trophy?
Delle ventuno squadre del World Trophy iscritte alla FIM ISDE di quest'anno, sono i campioni in carica degli Stati Uniti – vincitori l'ultima volta in Portogallo nel 2019 – e l'Italia, nazione ospitante, le squadre più in forma. Fermamente concentrata sulla vittoria, la squadra USA mescola esperienza con piloti meno noti con Taylor Robert (KTM), Ryan Sipes (GASGAS), Michael Layne (Yamaha) e Jonathan Girroir (GASGAS) pronti a competere per il gradino più alto del podio .
Volendo primeggiare nella competizione del World Trophy per la prima volta dal 2007, Andrea Verona (GASGAS), Davide Guarneri (Fantic), Thomas Oldrati (Honda) e Matteo Cavallo (TM) entrano nella loro FIM ISDE di casa focalizzati solo sulla vittoria. Squadra che sulla carta è probabilmente la più forte della competizione, il quartetto italiano gareggerà con un notevole vantaggio casalingo, anche se dovrà fare i conti anche con la pressione dell'attesa.
Una squadra che potrebbe svolgere un ruolo chiave nell'esito dei risultati finali del World Trophy team, e possibilmente essere un contendente per il massimo dei voti, è la Spagna. Guidati da Josep Garcia (KTM), insieme a Jaume Betriu (KTM), Marc Sans (Husqvarna) e Cristobal Guerrero (Beta), gli spagnoli saranno probabilmente all'altezza della situazione. Delle restanti quattro squadre del World Trophy, Francia e Svezia cercheranno entrambe di sfidarsi per un posto sul podio di fine evento.

Titolo del Trofeo Mondiale Junior 
Con i vincitori australiani in carica della classe Junior World Trophy assenti dal novantacinquesimo FIM ISDE, la battaglia nella divisione Junior è aperta. Lorenzo Macoritto (TM), Manalo Morettini (KTM) e Matteo Pavoni (TM), Italia, sul terreno di casa, cercheranno di stupire e tornare al vertice nella categoria Junior World Trophy. Secondi classificati l'ultima volta in Portogallo, gli Stati Uniti cercheranno di aumentare la pressione sui rivali italiani, sperando di dimostrare di avere la velocità per fare ancora meglio di quanto fatto nel 2019 e sfidarsi per la vittoria con Cody Barnes (Honda) , Dante Oliveira (KTM) e Austin Walton (Husqvarna).

Riusciranno gli USA a vincere ancora nel Women's World Trophy?
Difendere il primo posto nel Women's World Trophy è l'obiettivo numero uno delle americane Brandy Richards (KTM), Rachel Gutish (Husqvarna) e Britney Gallegos (Husqvarna). Rivendicando un comodo margine di vittoria su Germania e Gran Bretagna in Portogallo nel 2019, gli Stati Uniti inizieranno il novantacinquesimo FIM ISDE volendo non fare altro che ripetere quel successo. 

Al via a Rivanazzano Terme saranno otto le squadre del Women's World Trophy, con gli Stati Uniti come notevole eccezione in uno schieramento altrimenti tutto europeo. Con la Germania che schiera una squadra completamente nuova di Stefanie Sonnenberg (Beta), Tanja Schlosser (Beta) e Samantha Buhmann (Beta), come il trio britannico di Jane Daniels (Fantic), Nieve Holmes (GASGAS) e Rosie Rowett ( KTM), tutti gareggeranno su moto 250cc a quattro tempi.

La Sei Giorni Internazionale di Enduro FIM 2021 prende il via da lunedì 30 agosto a sabato 4 settembre a Rivanazzano Terme, Lombardo-Piemonte, Italia.
Vi ricordiamo che sarà in gara anche il Team di Moto.it in sella alle Honda di Redmoto coi nostri Aimone Dal Pozzo e Marco Aurelio Fontana: seguiteci!

  • bymaxx, VIGEVANO (PV)

    Manca inspiegabilmente la squadra più forte in assoluto, la Gran Bretagna.
Inserisci il tuo commento