Maxi Enduro

EICMA 2021, le novità: Benelli TRK 800 [VIDEO e FOTO]

- Propulsore bicilindrico della Leoncino, ciclistica ispirata alla 502 (ma più raffinata), in arrivo nella seconda metà dell'anno

Debutta a EICMA 2021 la nuova Benelli TRK 800 preannunciata, qualche giorno fa, da un teaser. La base motoristica è ovviamente quella già vista su Leoncino 800 e 752S: bicilindrico quattro tempi con distribuzione bialbero a quattro valvole per cilindro, raffreddato a liquido, da 754 cc capace di 76,2 CV a 8500 giri/min e 67 Nm a 6500 giri/min. La trasmissione si affida a un cambio a sei rapporti con frizione servoassistita antisaltellamento.

La ciclistica si affida al collaudato schema tecnico della sorella minore TRK 502, con un telaio a traliccio in tubi con piastra in acciaio altoresistenziale e forcellone in alluminio; il comparto sospensioni consiste in una forcella Marzocchi con steli rovesciati da 50 mm completamente regolabile; regolabilità nel precarico e freno idraulico in estensione per il monoammortizzatore. L'impianto frenante è basato su un doppio disco anteriore semiflottante da 320 mm con pinze radiali a quattro pistoncini; al posteriore c'è un disco singolo con diametro di 260 mm.

La protezione aerodinamica prevede cupolino regolabile, paramani e deflettori. Il serbatoio ha capienza di 21 litri; il cruscotto è un'unità TFT a colori da 7". I cerchi sono naturalmente da 19" all'avantreno e da 17" al retrotreno, con coperture 110/80 e 150/70. TRK 800 arriverà nelle concessionarie nella seconda metà del 2022, a un prezzo ancora da definire.

  • MatteOne74, Basiano (MI)

    Lo stile italiano si vede, sicuramente più originale della sorella minore. Sul peso mi aspettavo un risultato migliore così come per quanto riguarda il dato di coppia che per una 800 bicilindrica non mi pare entusiasmante. La 502 punta sull'illusione di possedere una BMW GS ad un costo basso, questa 800 vuole catturare con un design accattivante. Aspettiamo i test su strada per capirne guidabilità, prestazioni, eventuali punti deboli, consumi e naturalmente il costo che inciderà parecchio sui numeri di vendita visto e considerato che Benelli ha abituato la sua clientela anche a questo.
  • Marc.56, Soleto (LE)

    Ancora con questa storia dei cinesi e dell'affidabilità, con la trk c'è gente che ha superato abbondantemente i 70.000 km senza nessun problema, fino a qualche anno fa chi aveva ducati si diceva soldi sprecati, per non parlare di MV un disastro, poi si attacca per i cv che poi sono gli stessi della guzzi 850 tt e superiori alla tracer 7 per non parlare della honda nc, poi che copiano, questa 800 trk ha una linea originale, elettonica bosch, tft , mappature, freni brembo, forca marzocchi e costerà intorno agli ottomila se non di meno, ma finitela di rompere.....
Inserisci il tuo commento