Vendite nel mondo

Honda perde un terzo delle vendite. Ma fa meglio delle altre big

- La crisi innescata dalla pandemia ha colpito tutti i costruttori. Il leader mondiale Honda ha perso il 33% delle vendite nel primo semestre, ma è andata peggio ad altri colossi motociclistici
Honda perde un terzo delle vendite. Ma fa meglio delle altre big

La pandemia ha colpito, e continua a colpire, l'economia di molti paesi in tutto il mondo.
Il mercato motociclistico globale – per rimanere nel nostro settore - si è fermato a 6,6 milioni di unità vendute nella prima metà di quest'anno: un calo di un terzo rispetto ai primi sei mesi del 2019.

Ne hanno fatto le spese i maggiori costruttori, a cominciare da Honda che vede le sue consegne nel mondo ridotte del 33%.

Honda ha superato per la prima volta nel 2018 il numero di 20 milioni di moto, scooter e ciclomotori venduti nel mondo. Con 20,9 milioni ha inoltre stabilito il record assoluto di un singolo marchio.

Come riporta MotorCyclesData, il maggiore mercato di Honda è attualmente l'Indonesia con il 22% delle sue vendite: nel primo semestre di quest'anno ha accusato un calo del 34%. Secondo mercato è quello indiano (con il 18%) ed è qui che la crisi è stata più pesante: -47%.

In Nord America la perdita è stata del 13,5% e in Europa del 10%. Parliamo sempre di volumi e non di ricavi.
Ci sono stati in compenso incrementi delle vendite in Germani (+7,4%) e in Australia (+17,3%).

Nonostante tutto le perdite di Honda a livello mondiale sono state inferiori agli altri primi maggiori produttori: Hero Motor (India), Yamaha Motor (Giappone), Bajaj Auto (India) e TVS (India).

Per contrastare il difficile momento, Honda punta a ridurre i costi di produzione del 10% e quelli di sviluppo del 30% entro l'anno 2025. Mira inoltre ad aumentare il margine operativo di un punto percentuale, dal 7 all'8%.

Fonte MotorCyclesData.com

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento