SSP300

Ana Carrasco: operazione riuscita, ma la stagione è finita [VIDEO]

- La ventitreenne pilotessa spagnola ha postato sul suo profilo Facebook un video per rassicurare i suoi tifosi. Operata ieri al Dexeus di Barcellona, salterà le tre prove restanti

Aggiornamenti fortunatamente positivi per la situazione di Ana Carrasco, incappata in una brutta caduta in prova durante una sessione di test sul tracciato di Estoril, riportando la frattura delle vertebre D4 e D6. Gli approfondimenti clinici hanno mostrato anche lesioni che hanno fatto sì che la stagione dell'iridata 2018 finisca qui, non potendo partecipare ai tre round del Montmelo, Magny Cours ed Estoril.

La spagnola è stata operata ieri alla clinica Dexeus di Barcellona (il riferimento di tutti i piloti spagnoli, quella dove opera il dottor Xavier Mir) per stabilizzare le lesioni e accordiare i tempi di recupero; l'operazione ha avuto successo e la Carrasco stessa ha rassicurato i suoi fan attraverso i suoi canali social. Serviranno comunque tre mesi per recuperare completamente e quindi ripartire con allenamenti e preparazione.

Articolo originale dell'11/09/2020

Ana Carrasco è ricoverata in ospedale, in Portogallo, dopo la caduta rimediata in prova all’Estoril che lo ha provocato la frattura di due vertebre. Un duro colpo per la pilotessa spagnola, che era in lizza per la conquista del Mondiale SSP300 e si trovava in quinta posizione in classifica.

Ieri, la tessa Carrasco ha comunque voluto rassicurare i suoi tifosi, dopo le voci che parlavano, addirittura, di carriera finita. "Ciao a tutti - ha scritto sul suo profilo Facebook, postando anche un video in cui racconta l’accaduto - sto bene, sono all'ospedale portoghese, stamattina ho avuto una caduta e mi sono fatto un po’ male alla schiena, ho frattura delle vertebre D4 e D6. Vediamo se posso andare presto a Barcellona e iniziare con la mia guarigione il prima possibile, grazie a tutti per tutti i messaggi e ci rivedremo presto".

  • Bonneville T100, Montanaro (TO)

    Accidenti, non ci voleva.
    A mio avviso ha creato un interessante molto alto attorno alla SSP300 e non solo.
    Va forte e se la gioca con i maschietti mettendone dietro parecchi, io facevo il tifo per lei ma ora le speranze per il secondo titolo sono svanite.
  • franco.calissi, Rufina (FI)

    Torna presto Annina,il motomondiale ha bisogno di ragazze toste !
Inserisci il tuo commento