Piloti

MotoGP. Andrea Iannone, appello al TAS il 15 ottobre

- La data per l'appello al TAS è stata fissata per metà ottobre. Questo di fatto taglia fuori Iannone dal campionato
MotoGP. Andrea Iannone, appello al TAS il 15 ottobre

Come anticipato da Sky questa mattina, è confermato che la data dell'appello al TAS di Andrea Iannone, fatto dall’avvocato Antonio De Rensis che segue Andrea dall’inizio di questa vicenda, è stata fissata al 15 ottobre. Iannone, sanzionato fino a giugno 2021 con l’accusa di aver preso sostanze dopanti, è stato però scagionato in primo grado dalla volontarietà: in pratica, con sentenza scritta, è stato riconosciuto che Iannone ha ingerito involontariamente e del tutto a sua insaputa, sostante illecite contenute nella carne. Per questo è stato fatto ricorso al TAS per eliminare la squalifica fino a giugno 2021, ma, a quel punto, si è messa di mezzo la WADA, l’agenzia mondiale antidoping, portando a uno slittamento continuo dell’udienza, fino ad arrivare al 15 ottobre.

Iannone, quindi, non potrà tornare in pista: un brutto colpo, anche in previsione futura, perché così Andrea rischia di stare fermo a lungo. Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing, fa sapere che “Aprilia continua ad avere fiducia in Andrea e lo aspetterà fino alla sentenza”, chiudendo così la porta a chi la sta bussando da un po’, come Cal Crutchlow, per esempio.

  • jannp, Andreis (PN)

    Sconcertante il comportamento delle autorità antidoping.
    Prima condannano uno di cui affermano l'innocenza e che comunque non ha tratto benefici dall'assunzione involontaria di minime quantità di sostanze dopanti. Poi ci mettono 8 mesi per esaminare il sacrosanto ricorso quando invece avrebbero dovuto rimandarlo al suo team con tante scuse immediatamente.
    Mi sembra un comportamento da "io so io e voi nun siete un c..."
    Ma queste autorità sono enti ultraterreni? O le cose non sono come vengono raccontate o quello che si sta compiendo è un abuso di preoccupante arroganza che richiederebbe un intervento delle nostre autorità politiche.
  • Mecca1, Crespellano (BO)

    Ma tutti gli altri piloti, non dico gli spagnoli ma almeno gli italiani, non hanno nulla da dire se non sottovoce?? O ci sfugge qualcosa oppure il loro silenzio è assordante davvero non capisco! Poteva capitare a chiunque di loro.. Oppure no 🤔🤔 vergognoso!!
Inserisci il tuo commento