gp di valencia

Stoner vince il GP di Valencia

- Stoner batte per 15 millesimi Spies,con Dovizioso terzo al traguardo e in campionato. Fuori alla prima curva Valentino Rossi, travolto - assieme a Hayden e a De Puniet - da Bautista | G. Zamagni, Valencia
Stoner vince il GP di Valencia

 

IL GP DEGLI ADDII
E’ stato un GP ricco di significati, iniziato alle 10.10 con un meraviglioso e commovente addio a Marco Simoncelli, con 85 moto in pista a fare casino, come chiesto da papà Simoncelli, con in testa al plotone Kevin Schwantz in sella alla Honda RC212V di Marco Simoncelli: da brividi!
Poi è iniziata la gara, l’ultima dell’era 800 – che, è bene ricordarlo, è stata una delle scelte più scellerate della storia del motomondiale -, l’ultima della carriera per Loris Capirossi, l’ultima di Andrea Dovizioso in sella alla Honda. Con l’asfalto asciutto, ma con qualche goccia di pioggia che cadeva continuamente, alla prima curva subito un colpo di scena: Bautista esagera la frenata, perde il controllo della ruota anteriore, cade e travolge Rossi, Hayden e De Puniet allineati con il pilota della Suzuki all’esterno: l’ennesima delusione per Valentino, nel giorno che avrebbe anche potuto salire sul podio.
A prendere il comando è Stoner, che arriva ad accumulare 10 secondi di vantaggio, mentre alle sue spalle si scatena la battaglia per il secondo posto, tra Dovizioso, Pedrosa e Spies.


AL 25ESIMO GIRO, ECCO LA PIOGGIA
Quando tutto sembra finito, con Stoner facilmente primo, Dovizioso e Spies in lotta per il secondo posto e Pedrosa ormai staccato, ecco che la pioggia comincia a cadere più forte e a rimescolare le carte: Casey perde tutto lo svantaggio, Ben guida come se fosse ancora asciutto, Andrea si limita a conservare un terzo posto fondamentale per il campionato. Al 28esimo giro, Stoner va largo e Spies prende il comando che conserva fino a pochi centimetri prima del traguardo, dove viene beffato dalla potenza della Honda e da una piccolissima sbavatura in uscita di curva. L’ennesimo trionfo per l’australiano, che chiude al meglio una stagione trionfale, una delusione per Spies e la Yamaha, quasi a suggellare una stagione per certi versi difficile.


IN 12 AL TRAGUARDO
Fuori quattro piloti al primo giro, al traguardo sono arrivati in 12, con Loris Capirossi nono. “Grazie Loris” recita la maglietta commemorativa: “Grazie Loris” anche da parte di tutti gli appassionati di moto, per le emozioni che ci hai regalato.


PIRRO IN ONORE DI SIC
In Moto2, strepitosa vittoria di Michele Pirro, che ha così regalato al team Gresini un sorriso dopo i giorni della tragedia. “Marco ha corso in moto con me”, ha detto poi Michele: peccato solamente, che non si sia sentito in diretta alla televisione italiana, perché si è preferito dare la linea a un programma calcistico.


TEROL CAMPIONE DEL MONDO
In 125, Nico Terol ha conquistato l’ultimo titolo mondiale della classe 125: dall’anno prossimo spazio alla Moto3.


I PRIMI COMMENTI
Stoner: “Avevo preso un buon vantaggio, ero tranquillo. Poi è iniziato a piovere e ho cercato di amministrare la situazione, non volevo spingere troppo, mentre Spies è arrivato fortissimo, guidando perfettamente. Mi ha passato e ho cercato di stargli vicino e nell’ultima curva gli ero attaccato. L’ho passato sul traguardo, non avevo mai vinto così”.
Spies: “Volevo vincere, ho cercato di accelerare più che potevo, ma ho probabilmente sbagliato la traiettoria. Purtroppo non sapevo esattamente come fossero le condizioni dell’asfalto e anche questo ha inciso. Comunque è stata una bella gara”.
Dovizioso: “Arrivare all’ultima gara a Valencia a giocarsi il terzo posto con Pedrosa sembrava un’impresa quasi impossibile. Lui era più veloce di me, ma io sono riuscito a rallentarlo, utilizzando una buona tattica. Mi spiace per gli ultimi giri, perché quelle erano le condizioni a me favorevoli, ma il terzo posto era troppo importante. Mi spiace lasciare questa squadra, sono stati grandi. Ciao Marco”.


Classifica


1STONER C.Repsol Honda TeamLap 30
2SPIES B.Yamaha Factory Racing+0.015
3DOVIZIOSO A.Repsol Honda Team+5.936
4CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3+8.718
5PEDROSA D.Repsol Honda Team+9.321
6NAKASUGA K.Yamaha Factory Racing+23.818
7HAYES J.Monster Yamaha Tech 3+33.118
8ABRAHAM K.Cardion AB Motoracing+37.952
9CAPIROSSI L.Pramac Racing Team+-1:07.615
10ELIAS T.LCR Honda MotoGP+-58.870
11BARBERA H.Mapfre Aspar Team MotoGP+-37.761
12AOYAMA H.San Carlo Honda Gresini+-34.653

  • Ivan Factory, Gattatico (RE)

    mancio

    quel che dici e' vero, ma e' vero anche che lui non ha vinto di misura, ha stravinto e stracciato tutti, e questo che stupisce..

    non e' che si parla di vittorie combattute.. con Stoner si parla sempre di "cappotti", di 4 a 0 e tutti a casa.. se fossimo nel calcio..

    E' questo che fa pensare.. gli altri non sono nemmeno vicini.. figurati a superarlo quanto manca..

    ciao!
  • mancio763122, Città della Pieve (PG)

    ivan.ragionieri

    io credo che un pò di fortuna per vincere i campionati ci vuole (soprattutto per dominarli) e questo vale per lorenzo per rossi e per stoner ecc ecc stoner a battuto pedrosa e lorenzo ma pedrosa a iniziato il campionato con una spalla malconcia e poi a saltato 4 gare per l'incidente di le man e lorenzo si è steso nel warm up del gp di australia spianando la strada a stoner verso il mondiale....(personalmente credo lo avrebbe vinto lo stesso )ma non possiamo avere la certezza di come sarebbe finita se i due avversari avessero preso parte a tutte le gare....
Inserisci il tuo commento